peeling con acido tricloracetico

Peeling o esfoliante

Peeling o esfoliante: il peeling, termine inglese (to peel – pelare, sbucciare) significa spellato. In effetti è proprio ciò che noi ricerchiamo. Il termine esfoliante sta ad indicare lo stesso principio, esfoliare strati superficiali di pelle. Lo scrub invece indica lo strofinare la pelle attraverso un materiale ruvido, determinando anche in questo caso piccoli distacchi di pelle in superficie, il più delle volte invisibili all’occhio nostro.

La funzione del peeling o esfoliante è quella di rimuovere la pelle, per così dire vecchia, facendo emergere una pelle più giovane e pertanto con meno segni del tempo.
Partiamo dal principio, perché sottoporsi al trattamento? Intanto il peeling è eseguito con un prodotto, tra il liquido e il gelatinoso, che viene spalmato sul viso o sul décolleté, ma anche sul collo e dorso delle mani.

Ce n’è di diversi tipi, sono in genere acidi il più delle volte estratti dalla frutta e in generale provenienti dal mondo vegetale. Citiamo alcuni acidi piuttosto comuni, come l’acido glicolico, l’acido piruvico, l’acido salicilico, l’acido tricloracetico, ecc.. Naturalmente ci sono differenze anche sostanziali tra i vari tipi di acidi, sia per l’effettiva capacità di esfoliare che anche per il modo in cui determinano l’esfoliazione stessa.

Peeling con acido tricloracetico.

Personalmente ho scelto il tricloracetico, in quanto lo ritengo il migliore dei tanti presenti sul mercato. In base alla concentrazione, percentuale di prodotto per complessiva soluzione, l’acido tricloracetico si presta per le più disparate richieste che vanno da una leggera esfoliazione senza avvertire nulla, fino alle esfoliazioni con croste anche grosse, passando per situazioni intermedie. In generale per le esfoliazioni più importanti, bisogna aspettarsi la formazione delle croste che generalmente durano una decina di giorni dal trattamento eseguito. Subito dopo aver applicato l’acido tricloracetico sul viso, nel caso lo desideriamo leggero non vedremo pressoché nulla sulla pelle oggetto di trattamento. Qualora invece volessimo un esfoliante decisamente importante, si determinerà subito un cosiddetto frosting, con sbiancamento della pelle e dopo due giorni quelle parti del viso sbiancate diventeranno scure come croste. Nessun timore, tempo dieci/dodici giorni le croste cadranno e una nuova e bella pelle emergerà.

About the Author :