Acido ialuronico

Acido Ialuronico

Oggigiorno è possibile trattare l’intero viso in maniera naturale e con risultati sorprendenti.

La beautification, il rendere più bello il volto e più attraente, è un argomento particolare, come sanno quei non molti medici che si occupano di questo tema. Quando ci troviamo di fronte, per esempio, ad una ruga, tutti sanno come risolvere l’inestetismo. Certamente capiterà che il tal medico riesca ad eliminarla del tutto rispetto al tal altro che invece l’ha solo ridimensionata, ma in ogni caso entrambi i medici sapevano esattamente dove intervenire e cosa fare. Quando parliamo invece di esaltare punti che appaiono spenti, o forgiare delle parti del viso per tirare fuori un volto più attraente, o ancora quando dobbiamo annegare dei tratti per accentuarne altri, allora diventa persino difficile spiegarlo. E’ come se noi potessimo chiedere a Canova come ha fatto a tirare fuori dal marmo una statua dalle grazie esaltanti. Come pensiamo possa rispondere nel chiarirci come ha usato le lime o gli scalpelli? Lo ha fatto in quanto è l’artista che era in lui ad aver primeggiato, che impareggiabilmente sapeva, senza sapere come ha fatto a manifestare il suo sapere. Insomma immaginiamo cosa avviene in quella che è considerata l’arte povera, la poesia: il poeta scrive, ma come si sono appalesate le parole e in quale ordine e con quale combinazione, neanche lui lo sa. Ma d’altro canto non sarebbe arte, sarebbe altro. Ecco, dobbiamo immaginare che il medico, con il suo bagaglio di conoscenza e la sua manualità, venga affiancato dall’artista vero e proprio, un artista che evidentemente è in lui, per poter tirare fuori il meglio possibile da quel volto che necessita di essere abbellito.

Ecco, allo stesso modo si dovrà intervenire per esaltare la femminilità. Non è facile dire dove, ma una volta osservato e studiato un volto, non è difficile capirlo, sarà la maestria dell’artista medico a fare il resto. E garantisco che non occorre togliere rughe per rendere un volto più femminile, ma neanche correggere asimmetrie. Esaltare le forme che donano femminilità, è come trasferire un’idea d’immagine che l’artista ha dentro di sé, che con la mano viene veicolata verso il volto dove magicamente si materializza.

Naturalmente, per quanto concerne la mascolinizzazione vale lo stesso principio seppur con caratteristiche, dimensioni, esaltazioni di punti differenti.

Prima

Dopo

Prima

Dopo